Freddo

Durante le immersioni in campi innevati – non piste battute dall’uomo ma manti ancora grezzi – gli adulti si preoccupano che la neve non penetri sotto la giacca o dentro gli scarponi, non si appiccichi alla berretta per poi sciogliersi e trasformare il tutto in un pezzo di ghiaccio imbottito, ma i bambini no. I bambini non sentono il freddo, non sentono i guanti fradici e nemmeno la punta dei piedi gelidi.
Quando sono fuori, con le guance arrossate e gli occhi brillanti, non percepiscono nemmeno il tempo che scorre e l’unica cosa che può forse convincerli ad un rientro è una tazza di cioccolata fumante. Ma non sempre funziona. I bambini sono fatti per stare in natura e in questi rotolamenti tra neve e ghiaccio è impossibile non esserne certi.
E gli adulti? Gli adulti devono fare uno sforzo in più, mettere da parte la logica,  le preoccupazioni, i pensieri seriosi perché, quando si lasciano andare al gioco in natura, anche sul loro volto compare la stessa luce e la stessa serenità. Lo stesso benessere.

Ghiaccio

SV