Tempo di piccole cose

E’ difficile scegliere un libro di Katherine Rundell. E’ difficile scegliere tra saltare sopra ai tetti di Parigi, correre veloci con dei lupi nella steppa russa, cercare di sopravvivere nella foresta amazzonica mangiando larve e ragni.

Forse c’è una storia che tiene dentro sè tutti questi mondi inventati ma tangibili: è la storia di Wilhelmina detta Will, ma anche Cartwheel (nel senso di ruota fatta con il corpo). E’ la storia contenuta nel primo libro scritto da Rundell ovvero The Girl Savage , pubblicato in Italia nel 2018 con il titolo Capriole sotto il temporale. E’ una storia molto autobiografica che corre tra la polvere del Sud Africa e il grigio dell’Inghilterrra.

Will è una degna eroina da romanzo ottocentesco: generosa, vitale, imprevedibile ma sincera, con un alto senso della giustizia, orfana, è l’ esatto opposto di come il mondo adulto attorno a lei la vorrebbe. Will trova conforto nell’amicizia vera di due ragazzi, suoi alter-ego maschili, e incontra una buona tazza dii thè solo dopo molte avventure, una tazza di thè offerta da una anziana signora, che forse proprio per la sua età vede le cose per come sono veramente e non ha dimenticato il suo orecchio verde.

La curiosità e l’infinita fiducia nelle possibilità che il mondo tutto, umano e non umano,  ci può offrire, non abbondonano mai Will: lei è selvatica (savage appunto, termine e idea che unito a wild compaiono spesso nei libri di Rundell) al punto giusto da poter amare le piccole cose e sopravvivere anche dove la selvatichezza è stata bandita come fosse un nemico troppo pericoloso.

“… perchè le cose piccole -le libellule, le forbicine, i pezzi di corteccia caduti dai bastoni, la pioggia tiepida, quei meravigliosi riccioli dietro le orecchie dei cani- avevano uno strano modo di cancellare il tempo. Si era chiesta spesso se capitava anche agli altri, ma non era mai riuscita a spiegare a nessuno quell’intensa sensazione di pienezza”.

Capriole sotto il temporale è un romanzo capace di trascinare in mondi opposti, crudeli alle volte o semplicemente vivi. E’ un romanzo di formazione che parla di trovare il proprio posto nel mondo, di come gli adulti pensano e guardano l’infanzia, di come crescendo si possa imparare, anche con amarezza, a conservare contro tutto e tutti un rapporto intenso e alla pari con il mondo naturale.

Capriole sotto il temporale

K. Rundell, Capriole sotto il temporale, Mondadori 2018

MM