Piccoli Naturalisti Osservatori

Non un solo libro, ma un’intera collana: Topipittori dedica PiNO ai Piccoli Naturalisti Osservatori, e a noi ovviamente già solo questo piace moltissimo.
Ma ancora di più ci piacciono i libri che, da due anni a questa parte, la stanno arricchendo di sempre nuove chicche.

I libri della collana PiNO hanno tutti la stessa struttura, anche se sono uno diverso – molto diverso – dall’altro. Il formato è lo stesso, quello di un grande quaderno anche di lavoro, da utilizzare per le proprie osservazioni a partire dalle molte informazioni presenti in ciascun volume.
E comuni sono gli obiettivi: fare divulgazione scientifica per bambini, offrendo di volta in volta un approfondimento su un tema particolare, per cui ogni libro contiene notizie, curiosità e immagini accurate, che permettono di cominciare a conoscere il soggetto.

Poi, ognuno è diverso e speciale, non solo per gli argomenti – la vagabonde rese rosa ad esaltarne le forme, gli insetti con le loro tre paia di zampe per milioni di specie possibili, gli alberi smontati e rimontati da sguardi diversi, il giardino da quelli piccoli piccoli a quelli in cui perdersi, i fiumi e le nostre relazioni con l’ambiente, la natura che troviamo già in cucina (di cui abbiamo parlato qui) – ma anche per gli autori, gli stili, le grafiche, le scelte narrative e descrittive.

Insomma, un’enciclopedia che, senza timore e anzi con molto coraggio, mostra modi differenti di coltivare sguardi scientifici, incrociandoli a quelli di scrittori, poeti e illustratori che moltiplicano le possibilità per incontrare il mondo naturale.
Da collezionare, volume dopo volume, per approfondire e scoprire che tipo di naturalista si è.

1

MG