Giocare fuori

Ci sono grandi che conoscono – e ricordano – tutto quello che “giocare fuori” può permettere ai bambini di fare, scoprire, immaginare. La mamma dei protagonisti dell’ultimo albo illustrato di Laurent Moreau, pubblicato in italiano da Orecchio Acerbo, è una di quegli adulti che lo sa bene e che, infatti, non esita a invitare i propri figli a uscire quando si accorge che la casa è diventata per loro (e anche per lei) troppo stretta.

E fuori per i bambini si apre un mondo, che ad ogni pagina si riempie di possibilità e di cose da fare, ma soprattutto si popola di animali, da quelli più noti a quelli meno conosciuti. Sfogliandole si cambia continuamente paesaggio e si viene letteralmente travolti dalla quantità di elementi naturali presenti, che invitano, come del resto l’autore stesso propone, a una vera caccia al tesoro delle tantissime specie rappresentate.

Già la ricchezza e la vivacità delle illustrazioni, unita ad una scrittura lieve eppure suggestiva, basterebbero a farne un libro bellissimo. Ma molte delle specie presentate sono tra quelle a rischio di estinzione e la “lista rossa” dell’Unione internazionale per la conservazione della natura riportata nelle ultime pagine è una chicca preziosa che, arrivati alla fine, fa ricominciare la lettura e invita alla ricerca.

Leggendolo si libera l’immaginazione e, insieme, si coltiva un sentimento di attenzione e cura nei confronti del mondo naturale, a cominciare dagli animali.

Se poi i bambini desidereranno portarseli a casa sarà solo un piccolissimo effetto collaterale di un libro speciale – e geniale – tutto da scoprire.

Giocare fuori

MG