Conoscere gli animali

“Dove si nascondono gli animali?” e “Le tracce degli animali” sono due libri per esploratori curiosi ideati da Héliadore e Claude Delafosse, editi da Ippocampo Ragazzi nella collana “Le mie prime scoperte”. La bellezza di questi due volumi cartonati è di consentire ai bambini di mettersi in gioco cercando di scovare gli animali che si nascondono nel buio della pagina, attraverso l’impiego di una “Lampada magica” molto semplice ma di grande effetto scenografico (vedrete lo stupore accendersi nei loro e nei vostri occhi). Infatti, grazie a una combinazione di stampa su carta lucida e un fondo nero, la lampada – costituita da un semplice tondo bianco in cartoncino – illumina un pezzetto di pagina, evidenziando uno dei tanti animali nascosti. I bambini potranno poi imparare a riconoscere anche i nomi impiegando la legenda nella pagina accanto che, tramite le sagome, illustra anche la disposizione delle figure.
Nel primo volume vengono focalizzate alcune specie, inserite in seguito nel loro ambiente, in una sorta di “diorama” disegnato. Un modo accattivante per conoscere tanti ecosistemi diversi prima di fare, magari, una visita al Museo di Storia Naturale di Milano (il museo più grande d’Italia rinomato proprio per i suoi bellissimi diorami, ovvero ricostruzioni tridimensionali di ambienti, che consentono di viaggiare per il mondo pur rimanendo in città).
Una parte finale è una sorta di quiz visivo che invita a cercare tra le pagine alcuni dettagli. Nel caso del libro “Le tracce degli animali” si invitano i lettori a far attenzione a cosa osservare quando si entra in un bosco. Con un po’ di fortuna si potranno trovare palchi di capriolo  (che cadono al maschio dopo la stagione degli amori, per poi ricrescere l’anno successivo), i suoi escrementi o le impronte. Le specie scelte sono soprattutto mammiferi e alcuni uccelli che sono presenti sia in Italia sia in Europa.
I testi brevi rendono i due volumi adatti sia ai piccolissimi (sono consigliati dai 3 anni di età) sia ai primi lettori che padroneggiano lo stampato minuscolo, grazie ai testi brevi. Infatti, le illustrazioni sono la parte prevalente del volume e combinano sia l’estetica sia la scientificità degli animali e degli ambienti rappresentati. Non a caso si tratta di due volumi pubblicati nell’edizione originale dalla famosa casa editrice francese Gallimard Jeunesse. Le versioni italiane sono del 2016 e si possono trovare ancora, anche se fuori catalogo, in librerie specializzate oppure nelle biblioteche.

71wqvIk35HL

AP