Animalegni

I legnetti sulla spiaggia sono fragili, «stanchi», «fiaccati» dal lavorio a cui li ha sottoposti il mare: per questo raccoglierli deve essere un atto gentile, delicato, come quello di una mano che accarezza.
Camminando sulla battigia succede che incontro legnetti straordinariamente somiglianti ad animali veri o fantastici. Altre volte trovo pezzetti di legno «non finiti», con una tale forza espressiva che va al di là della verosimiglianza.
E, in quel momento, la spiaggia diventa un laboratorio a cielo aperto.
“Animalegni”, Pino Marasco, Corigliano Calabro (CS), Primo premio sezione Media 2018

Animalegni