Erba volant

Difficile trasmettere ai bambini e alle bambine la curiosità (e l’ammirazione) verso la natura, se non abbiamo provato a soddisfare la nostra.
Erba volant, pubblicato da Codice edizioni, è un libro provocatorio che ci toglie il primato di inventori e tecnologi. Insomma non vantiamoci tanto: tutto quello che abbiamo brevettato, le piante lo hanno già scoperto e sperimentato.
Leonardo da Vinci ha avuto l’umiltà di ammetterlo, e così i creatori del Velcro, il famoso nastrino doppio che si è ispirato alle “lappole” (Arctium lappa) con i loro gancetti che si aggrappano a ogni tessuto lanoso. Pochi altri hanno ammesso di essersi ispirati alle piante.
L’autore, Renato Bruni, uno dei divulgatori italiani più capaci sul mondo vegetale, ne parla diffusamente raccontando in modo avvincente le infinite astuzie delle piante che sono tornate utili anche all’umanità e sono state il modello di molte idee geniali.
Banalmente, siamo portati a pensare che gli alberi e le piante di appartamento siano gli unici vegetali di cui ci serviamo, entrambi per l’arredamento. Ah, certo, ci sono anche gli ortaggi e la frutta. Ma ci sembrano sempre più spesso confezioni di cibo che prodotti offerti dalle piante.
Bruni invece ci racconta di fluorescenze emessa dalle piante carnivore per intrappolare gli insetti. Proprio come le micidiali lampade acchiappazanzare! E di filo spinato, ispirato dalla Maclura pomifera. E di moltissime altre trovate straordinarie, per conoscere le quali, si fa accompagnare da un Virgilio vegetale, cosa che recupera una abitudine divulgativa ottocentesca e rende piuttosto divertente la lettura. Una lettura per grandi ma che grazie alla sua piacevole leggerezza, imprime conoscenze che si possono passare facilmente ai bambini.

EB