Impedimenti ad un tempo selvatico: lo spazio

Le opportunità di godere di spazi aperti e liberi per vagabondare da soli, dedicandosi a giochi selvatici, si sono ridotte rispetto al passato. Creare spazi dove i bambini possano coltivare il senso di selvatichezza dovrebbe, invece, essere un nostro impegno quotidiano.

Categoria SPAZIO

Le opportunità di godere di spazi aperti e liberi per vagabondare da soli, dedicandosi a giochi selvatici si sono ridotte rispetto al passato. Tutto ciò ha un impatto sia sui reali luoghi fisici dove poter sperimentare la selvatichezza, che negli spazi mentali ed emotivi dove l’immaginazione può correre liberamente.

Rimuovere gli impedimenti, creando spazi dove coltivare il senso di selvatichezza, dovrebbe essere un nostro impegno quotidiano.

Barriere:

­          riduzione degli spazi verdi

Gli spazi di selvatichezza non lontani dalle nostre case stanno scomparendo. Tutto è costruito e si sviluppano nei centri urbani sempre più case, negozi, centri commerciali ed uffici. Come possiamo salvaguardare lo spazio verde dedicato ai bambini in ogni comunità? Se investimenti su parchi e spazi comuni con servizi dedicati ai cittadini più piccoli, vengono tagliati, come sopravvivranno per i nostri bambini questi luoghi speciali? Come possiamo proteggere quello che abbiamo e come possiamo crearne di nuovi?

­          business del gioco

I soldi si sono insinuati con furtività nel mondo dei giochi dei bambini. Ogni esperienza e ogni cosa oggi ha bisogno di essere comprata, scaricata, aggiornata perché ogni volta diventa migliore. Il mondo naturale però offre mistero, creatività e spazi di gioco libero in abbondanza. Ma occorre avere guide, mentori, catalizzatori che dedichino tempo a stimolare lo sviluppo di collegamenti, relazioni domande, che suscitino nei bambini stupore e meraviglia per esso. Vogliamo essere noi questo catalizzatori?

­          strategie di marketing rivolte all’infanzia

Facciamolo rosa. Facciamolo azzurro. Facciamo che loro vogliano tutto. Le società per azioni sono alla ricerca dell’interesse dei bambini e sono dannatamente bravi a catturarlo. Ma davvero vogliamo lasciare che i bambini abbiano a che fare con il mondo della pubblicità e delle pressioni materiali, dell’invidia e dei desideri che esso crea? Tutta questa combinazione contribuisce a rendere il tempo fuori sempre meno interessante. Allora noi rendiamo il fuori di nuovo affascinante e “luccicante”.

Per approfondire – Traduzione e adattamento CO