Salti di gioia

Stefania ha fatto il pagliaccio di neve con gli occhi di legno, un cappello di paglia in testa e la sciarpa di lana blu.

Lino è un po’ matto perché mangia la neve fresca in un bicchiere con lo zucchero.

Sotto un mucchietto di neve Germano ha trovato un gatto e si è spaventato.

Ieri ha nevicato tanto, non è passato il pulmino a prenderci e a scuola eravamo in pochi.

La maestra ha giocato con noi in cortile, abbiamo lasciato tantissime impronte sulla neve con le mani e i piedi.

La neve è caduta pulita, bianca bianca, fredda e soffice.

Fuori abbiamo fatto salti di gioia, in classe giocato con la parola NEVE:

Non EVenuta d’Estate

Neve EVolersi bEne

Neve, nEve, neVe, nevEEVViVa!

Immagine1

“Stelle”, giornalino scolastico – Classe 1^ Scuola San Zeno di Colognola ai Colli (Verona)

LB